Tv » Blog Pay Tv » Canali sul digitale terrestre che non si vedono più. Ecco perché

Canali sul digitale terrestre che non si vedono più. Ecco perché

Canali digitale terrestre che non si vedono più.

Canali tv improvvisamente scomparsi dal digitale terrestre? Alcuni canali del digitale terrestre non si vedono più sulla vostra televisione? Avete provato ad effettuare una risintonizzazione senza risolvere il problema? Cosa sta succedendo al digitale terrestre? Se da ottobre 2021 vi siete accorti che certi canali sono magicamente scomparsi la colpa non è di nessuna particolare magia, ma di una vera e propria rivoluzione delle tecnologie di trasmissione che sta interessando il nostro Paese, e qui nella sezione TV di UpGo cerchiamo in questo articolo di spiegarvi nella maniera più semplice possibile cosa sta accadendo, cercando di guidarvi in questo nuovo upgrade tecnologico del DTT italiano.

Leggete questo articolo se volete verificare la compatibilità del vostro televisore con questa nuova tecnologia di trasmissione, e poi date un’occhiata al Canale Telegram di UpGo per discutere su questa novità.

Tutto si può sintetizzare nel passaggio dallo standard DVB-T a quello DVB-T2, ma cerchiamo di approfondire la cosa.

Fino ad oggi la piattaforma del digitale terrestre trasmetteva i contenuti nella codifica Mpeg-2, diciamo la qualità che siamo sempre stati abituati a vedere sui nostri televisori, ma da qualche anno a questa parte sono apparsi i primi canali test per la ricezione in HD, il tutto per prepararsi quindi al cambio della codifica che è sta avvenendo proprio in questo periodo, ossia la Mpeg-4 che prevede la trasmissione di soli contenuti in HD.

Questa transizione, oltre appunto a consentire una maggiore qualità delle trasmissioni è stata pensata per “fare spazio” alle frequenze della rete 5G.

Come vedere i nuovi canali?

Nuovo Digitale Terrestre

Da poche settimane, nel dettaglio dal 20 ottobre 2021, 15 canali sono definitivamente passati alla codifica Mpeg-4. Questo significa che d’ora in poi sarà possibile vedere questi canali solamente con televisori che supportano l’alta definizione (HD).

Nello specifico nove canali per la RAI:

  • Rai 4
  • Rai Scuola 
  • Rai 5
  • Rai Premium
  • Rai Movie
  • Rai Gulp
  • Rai YoYo
  • Rai Storia
  • Rai Sport+HD

e 6 canali Mediaset:

  • TgCom 24
  • Virgin Radio Tv
  • Mediaset Italia 2
  • R101 TV
  • Radio 105
  • Boing Plus

Restano visibili i canali principali Rai 1, Rai 2 e Rai 3 e i canali di punta di Mediaset, ossia Canale 5, Italia 1 e Rete 4. Almeno per tutto il 2022 sarà possibile continuare a vedere queste reti anche se non si possiede un televisore HD o non si dispone di un decoder di nuova generazione.

A quando la seconda transizione?

Questa migrazione dalla codifica Mpeg-2 a quella Mpeg-4 è solamente uno degli step che gradualmente porterà il digitale terrestre al secondo grande “switch off”, una transizione che si concluderà approssimativamente nel 2023.

Questo sta a significare che per tutti gli utenti c’è ancora tempo per procedere con la sostituzione del televisore se si è in possesso di un dispositivo non compatibile con il nuovo standard DVB-T2. Se così fosse occorre comprare un nuovo televisore oppure un decoder in grado di ricevere il nuovo segnale del digitale terrestre.

Da alcuni dati si stima che all’incirca 10 milioni di famiglie italiane non hanno un dispositivo compatibile con la nuova tecnologia di trasmissione. Proprio per questo lo Stato ha stanziato dei fondi sia per l’acquisto dei decoder che per comprare nuovi televisori. In particolare il bonus Tv-Decoder è pari a 30 euro mentre per il bonus Tv-Rottamazione si arriva fino a 100 euro.

Come verificare se il vostro televisore è compatibile?

test compatibilità nuovo digitale terrestre canali 100 e 200

Nulla di più semplice, per sapere se non dovrete acquistare alcunché vi basterà verificare se si vedono i canali in HD. Ad esempio sintonizzandosi sul canale 506, che è quello di Italia 1, oppure 504 (Rete 4) o 505 (ovviamente Canale 5), e vedendoli correttamente non avrete nessun problema. Inoltre, per verificare se il vostro televisore è compatibile con lo standard DVB-T2, sarà sufficiente sintonizzarsi sui canali 100 e 200 dove è attualmente presente la dicitura “Test HEVC Main10”.

Se questi due canali si vedono, magari dopo aver effettuato una nuova sintonizzazione dei canali, allora il vostro televisore è pronto per il nuovo digitale terrestre. Se così non fosse, una volta concluso lo “switch off” (stiamo parlando del 2023) sarà necessario comprare una nuova TV oppure collegare un decoder DVB-T2 al vostro vecchio televisore.

In entrambi i casi possiamo rassicurarvi che non saranno necessari interventi all’impianto dell’antenna.

Le ragioni di questo cambio?

Come anticipato sopra questo passaggio darà spazio al 5G, inoltre la qualità video sarà migliore e si potrà accedere ai vari contenuti in modalità “on demand”. Una volta completato lo “switch off” si libererà la banda a 700 MHz che, come imposto dall’Unione Europea, è quella destinata all’ingresso e all’espansione della rete 5G per il traffico mobile.

L’uso della banda 700 anche in Italia porterà ad un calo delle frequenze destinate alla trasmissione dei canali TV ma, proprio grazie al nuovo standard DVB-T2, le emittenti saranno in grado di trasmettere la stessa quantità di contenuti anche se lo spettro elettromagnetico a disposizione sarà ridotto. Saremo di fronte ad uno standard ovviamente più moderno, con benefici non solo in termini di qualità di segnale delle trasmissioni, ma una tecnologia che aggiungerà alla TV tradizionali molti servizi interattivi.

Quando da gennaio 2023 inizierà il definitivo passaggio al nuovo standard, saremo partecipi della nuova TV 4.0, una televisione con migliore qualità audio e video e un minore inquinamento elettromagnetico. Ebbene sì poiché grazie alla nuova tipologia di trasmissione, avendo una codifica più efficiente dell’attuale standard, il segnale dei vari canali televisivi sarà contraddistinto da una trasmissione a potenza inferiore rispetto ai livelli di potenza del segnale TV di oggi.

Come sempre spazio ai vostri commenti nel box sottostante. Avete già un televisore compatibile? Approfitterete del bonus rottamazione? Fateci sapere la vostra opinione sul digitale terrestre di nuova generazione.

Lascia un commento