Amazon pigliatutto. Così è stato definito il colosso americano che ha concluso un accordo con la Lega Americana di Footbal accaparrandosi l’ambito contratto per la trasmissione delle partite della NFL (National Football League), togliendo di fatto l’affare a Twitter.

Amazon Prime Video Sport
Amazon ruba la NFL a Twitter con un contratto da 50 milioni di dollari

La cifra per l’accordo annuale delle partite del Giovedì sera è da capogiro: 50 milioni di dollari, circa cinque volte quanto aveva sborsato Twitter nel 2016. Considerando che le partite del Giovedì sera sono 10, Amazon ha dunque pagato 5 milioni a match.
Ma se Twitter rendeva il contenuto disponibile a tutti gli iscritti, Amazon richiederà l’abbonamento Prime.

I diritti acquistati da Amazon non sono esclusivi: le partite infatti andranno in onda in tv, divise equamente con cinque match sulla CBS e cinque sulla NBC.

Gli abbonati al servizio Amazon Prime Video potranno seguire il Thursday Night Football attraverso i dispositivi Amazon: Fire Tv, tablet Fire e Prime TV. Con questa mossa Amazon prevede un’impennata di abbonamenti Prime.

Questo contratto differenzierà Amazon da altri colossi accostando ai contenuti On Demand le dirette.
Gli eventi sportivi fanno sempre più gola alle grandi aziende di tecnologia: in gara infatti trovavamo oltre a Amazon e Twitter anche Facebook e You Tube.
Non si è interessata invece Netflix, che per il momento si sta concentrando su altri contenuti, per lo più film e serie tv.

Questa gara potrebbe essere l’inizio di una rivoluzione dello sport in Tv, finora gestita da etere e satellite, spostando la contesa e la visione sui nuovi strumenti di fruizione dei contenuti.

Al momento non ci sono a disposizione molti altri pacchetti interessanti per quanto riguarda gli eventi sportivi: i più interessanti sono stati assegnati da anni: ecco il motivo di tanto interessamento attorno al Thursday Night Football.

Un momento particolare e delicatissimo si verificherà quando sarà aperta la prossima asta dei diritti triennali della seria A: sarà interessante osservare se i grandi colossi, e Amazon in primis, cercheranno il colpaccio.
Se così fosse, la faccenda si farebbe interessante, con uno spacchettamento non solo di quote, ma anche tecnologico, tra campionato e Champions League, che fa gola sopratutto a Sky.

Non resta che attendere e osservare questo cambiamento che sta avvenendo sotto i nostri occhi.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here