Quest’oggi vorrei cimentarmi con una delle serie TV più mi ha colpito di tutto il panorama di Netflix: Black Mirror.

Black Mirror recensione e opinioni sulla serie
Black Mirror. La tecnologia che ci fa paura. La nostra recensione sulla serie cult nel catalogo di Netflix.

Sono presenti in catalogo le prime tre stagioni, già confermata la quarta per il 2017. Le prime due sono considerabili delle mini serie. Hanno la prima tre e la seconda quattro episodi, mentre la terza è più corposa e presenta sei episodi. Tutti le puntate dello show sono scollegate tra loro e si presentano come episodi con trame e personaggi a se stanti. Black Mirror è di fatto una serie antologica.

Il focus del prodotto è l’evoluzione della tecnologia e gli effetti che ha sull’uomo, che ne è sempre più succube e dipendente. Charlie Brooker, ideatore della serie si sbizzarisce inventando futuri distopici in cui qualche particolare invenzione destabilizza completamente il nostro mondo. I comportamenti, i sentimenti e il modo di vedere le cose vengono completamente ribaltati dando vita, tramite appunto queste premesse, ad un’ aspra critica alla società di oggi, che vive sempre più immersa nella realtà tecnologica.

Avendo appunto parlato di Black Mirror come serie antologica, non è per nulla facile ricondurla ad un unico genere: fantascienza, dramma, satira, horror e distopia si alternano tra le varie puntate (che spaziano ad esempio dall’ambito politico a quello dei talent, da quello videoludico a quello della necromanzia digitale). Comune è l’ambientazione, caratterizzata sempre da colori freddi, luci scure e una pesantezza tangibile, che mettono in soggezione il pubblico.

La bellezza della serie, coinvolgente, inquietante e disturbante al contempo, è che il vero protagonista è lo spettatore. Siamo noi seduti sul divano che pensiamo quanto ciò che si vede sullo schermo non sia poi così lontano dal nostro mondo. E allora si viene messi alla prova, perché a fine puntata è assicurata una forte, profonda, sensazione di disagio.

Questa serie sa fare riflettere sul lato marcio e malato della tecnologia ma la bellezza è che lo fa inquietando e mettendo in soggezione: tutto così resta più vivo nella mente e, almeno a me è successo, fanno vedere il nostro mondo tecnologico (fatto di social, smartphone e like) sotto tutt’altra luce. Assolutamente consigliatissima.

Le Serie su Netflix

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here