Estate caldissima Sky

Banner Promozione Sky

Vuoi ricevere tutte le notizie sul mondo delle telecomunicazioni, della telefonia e di Sky? Segui UpGo.news anche sul Canale Telegram.

Estate hot sul fronte delle offerte di Sky. La pay tv cerca di fare il pieno di abbonati in uno dei periodi più proficui dell’anno. Quello estivo, da sempre, foriero di grandi novità nel segmento pay tv. A maggior ragione adesso che Sky si trova ad operare nel mercato pay come unico grande attore. A dare del filo da torcere al broadcaster ora controllato da Comcast, adesso ci sono solo gli over the top. Ma ecco le offerte del momento targate Sky Italia.

Banner Promozione Sky

Tre grandi promozioni sono attualmente disponibili per coloro che intendono abbonarsi a Sky in questo periodo, tali offerte le trovate in tutti i dettagli, con la possibilità di abbonarvi direttamente, anche sul sito ufficiale di Sky.

Le offerte per abbonarsi a Sky in questo periodo comprendono un costo promozionale per 12 mesi, trascorsi i quali il costo mensile aumenterà ma il cliente avrà anche la possibilità di togliere o aggiungere altri pacchetti.

IL PACCHETTO SKY Q

Il pacchetto Sky Q comprende l’installazione della parabola e di tutto l’impianto necessario alla visione con un costo iniziale una tantum di 129 euro.

Il pacchetto comprende tutti i servizi base di Sky quindi anche l’HD, Sky Go Plus.

Come pacchetti di visione sono inclusi Sky Tv che poi sarebbe il pacchetto base di visione incluso in ogni caso, ma anche Sky Cinema e Sky Famiglia.

Il tutto al costo promozionale di 29,90 euro al mese per 12 mesi, trascorsi i quali il costo sarà di 44,20 euro.

SKY VIA FIBRA

Stesso costo anche per l’offerta Sky via fibra, con la differenza che in questo caso la visione é prevista direttamente tramite connessione internet in fibra senza necessità di installazione della parabola.

Il costo iniziale da sostenere solo una volta é di 49 euro mentre il costo mensile é sempre di 29,90 euro per i primi 12 mesi che salirà dopo a 44,20 euro al mese e comprende tutti i principali pacchetti di canali quindi oltre Sky Tv anche Sky Cinema e Sky Famiglia.

Infine ricordiamo anche la possibilità di avere l’offerta di Sky anche tramite digitale terrestre, in questo caso il costo mensile é di 14,90 al mese anziché 19,90 euro.

Costo iniziale una tantum da sostenere in questo caso é di 39 euro. Nel caso di offerta digitale terrestre non ci sono vincoli e costi di uscita.

Maximo Ibarra guiderà la transizione di Sky verso la formula telco

Maximo Ibarra KPN

Sky però, stando a quanto riportato dall’azionista Comcast nel corso dell’ultima relazione sui conti, dovrà affrontare una complessa e articolata fase di transizione. L’obiettivo è virare verso un modello telco. Con una rete autonoma e indipendente, per veicolare i propri contenuti pregiati.

La prossima tappa operativa: sbarcare, entro l’autunno 2019, come operatore di telefonia fissa in fibra ottica, grazie all’accordo con Open Fiber, gestore wholesale leader in Italia.

Sky sarà quindi un gestore telefonico vero e proprio e non è escluso, ne abbiamo parlato già nei mesi scorsi, un possibile approdo anche come gestore MVNO (virtuale) in appoggio a Tim o Vodafone.

A guidare questa importante fase sarà infatti Maximo Ibarra, ex AD prima di Wind e poi della più grande Wind Tre.

Ibarra fu sostituito da Jeffrey Hedberg in Wind Tre e iniziò quindi a lavorare per la compagnia telefonica olandese KPN.

Ora il manager italiano è pronto a tornare in patria per guidare la nuova Sky.

La serie Chernobyl è stata il grande successo Sky della stagione televisiva

Chernobyl serie tv original Sky

Quando si parla di Chernobyl, la centrale ucraina esplosa producendo un disastro, i numeri sono importanti.

Più di 30 sono gli anni passati da quella notte tragica: era il 26 aprile 1986, quando nella centrale nucleare Vladimir Il’ič Lenin di Chernobyl avvenne la terribile esplosione che cambiò il futuro.

L’Italia è l’unico paese al mondo che, a causa della tragedia, decise la chiusura e lo smantellamento delle centrali nucleari. Il tutto fu affidato ad un referendum, frettoloso ed indetto nel pieno della dinamica di un incidente. Il risultato non poteva che essere falsato dall’emotività e dalla deformazione informativa.

Oggi, sappiamo che il costo del mancato sviluppo del nucleare in Italia, come quantificato nel 2011 da A. Gilardoni, S. Clerici ed L. Romè, sono di circa 50 miliardi di euro nel periodo 1987/2009 (approssimato per difetto).

In ogni caso, Chernobyl è stato l’evento più studiato ed analizzato dalla comunità internazionale. Oltre un milione di persone (tra i 600.000 liquidatori e i 400.000 abitanti delle cittadine più coinvolte) sono state monitorate. Ha comportato il più colossale programma epidemiologico internazionale del secolo delle Nazioni Unite.

E la serie TV che ne è derivata, non è da meno per quanto riguarda i numeri: l’ultima puntata è stata vista da ben 600.000 spettatori su Sky. Un risultato senza precedenti per una serie prodotta da Sky ed HBO.

La serie Chernobyl è stata apprezzata dalla critica, che l’ha definita la migliore serie dell’anno. Il pubblico poi, l’ha decisamente apprezzata: nel corso delle 4 puntate infatti è raddoppiato, raggiungendo in media la cifra di 1 milione e 224 mila spettatori.

Chernobyl è anche risultata la serie europea di Sky più vista di sempre. Numeri importanti che rendono giustizia alla produzione, che si pone al quarto posto, dietro a produzioni italiane di Sky, “Gomorra – La serie”, “The Young Pope” ed alla serie HBO “Il Trono di Spade”.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here