Tv » Blog Pay Tv » Studio Universal. Storia del canale. La tv del cinema da chi fa cinema

Studio Universal. Storia del canale. La tv del cinema da chi fa cinema

Canale Studio Universal

Vi ricordate Studio Universal? Vi ricordate la bellezza della “tv del cinema da chi fa cinema”? Raffinato, colto, ricercato e mai banale. Studio Universal era un canale davvero particolare perché privo di prime visioni assolute. Ma questo nel tempo divenne la vera forza del canale, fatto non di grandi première ma di interessantissimi cicli e maratone. Ogni mese Studio Universal allietava le giornate dei veri cinefili con film davvero cult, arricchiti da piccole rubriche ad impreziosire un palinsesto di classe. Una punto di riferimento certo che noi di UpGo vogliamo omaggiare con questo video esclusivo sugli ultimi momenti di vita del canale.

Se post come questo ti piacciono e se vuoi discutere con noi di telefonia e pay tv iscriviti subito al nostro Canale Telegram.

La storia di Studio Universal

Il 1 gennaio 2019 per Studio Universal, è la fine delle trasmissioni. Mediaset Premium non rinnovò l’accordo con Universal sulla ritrasmissione del canale. Studio Universal si spenge definitivamente senza riuscire a ricollocarsi su altra piattaforma. Il “canale del cinema da chi fa cinema”, era già stato spento nel 2008. In breve, nelle prossime righe, ne racconteremo le tappe principali.

I Love SU
I Love Studio Universal. Chiude lo storico canale dedicato al cinema. E ritorna alla memoria la storica campagna “I Love Su”.

La chiusura di Studio Universal avviene a cavallo di Capodanno. Con l’inizio del 2019 scade definitivamente il contratto per l’unico canale gestito da un editore terzo del gruppo di reti Premium Cinema. Con la chiusura di Studio Universal comunque si avvia anche la lunga agonia di Mediaset Premium, piattaforma che di fatto cesserà di esistere come pay tv autonoma non molto dopo.

I Love Studio Universal

La chiusura definitiva di Studio Universal rappresenta comunque un passaggio storico. E gli appassionati di televisione digitale che ci seguono lo sanno bene: era già successo. Studio Universal con ben vent’anni di storia, è forse il canale che ha cambiato nella sua vita più volte casa.

Studio Universal nacque sulla cara e vecchia piattaforma Stream (seconda pay tv italiana dopo Telepiù), insieme ad altri canali digitali storici, come Duel Tv, CineCinemas o CineClassic. Tutte reti poi sparite dalla circolazione. Studio Universal invece sopravvisse anche allo storico momento della fusione con Telepiù approdando nella nuova Sky.

Poi arrivarono le tensioni tra Sky e Universal e il contratto esclusivo di quest’ultima con Mediaset per quanto riguarda i diritti. Così nel 2008 l’accordo che legava Sky e Universal non venne rinnovato e il canale venne spento. Ma certamente non in silenzio. Prese il via la campagna “I Love SU”, una manifestazione collettiva di affetto verso il canale e una richiesta da parte del pubblico affezionato di riportarlo online (vedete il logo della campagna in alto).

Logo attuale di Studio Universal per i ventanni
Il logo adottato in occasione del ventennale di Studio Universal.

Nel 2009, dopo un anno di buio, le voci dei fan di Studio Universal vennero ascoltate e grazie ad un accordo con Mediaset, la rete approdò sul digitale terrestre a fare coppia con il neonato canale Premium Cinema. Fino allo spegnimento definitivo della rete televisiva, avvenuto il 1 gennaio 2019.

Lascia un commento