Disney Plus recensione

E allora come funziona Disney Plus? Ce lo dice ancora una volta Mr UpGo. Eccoci arrivati ad una nuova puntata delle nostre opinioni. In questa recensione andiamo a scoprire, velocemente, pregi e difetti di Disney Plus. Come sempre, esprimendo un giudizio basato sulla nostra personale esperienza con il prodotto. Insomma, non parliamo tanto per parlare. Come tutte le nostre opinioni, anche questa va intesa come nostro pensiero soggettivo e personale!

Anzi, se non siete d’accordo con quanto scritto qui, mi raccomando, fatecelo sapere nello spazio in fondo dedicato ai commenti. Pronti? Se avete ben chiaro in cosa consiste Disney Plus e volete sapere come abbonarvi cliccate qui. Ecco la nostra recensione su Disney Plus!

Che cosa è Disney Plus?

Che cos’è Disney+? E’ la piattaforma per la visione in streaming dei contenuti del gruppo Walt Disney. Ebbene sì il colosso dell’animazione, della fantascienza e delle serie per ragazzi ha prodotto una pay tv tutta sua. Contenuti autentici, vecchi e nuovi del marchio Disney potrete trovarli su Disney Plus.

Una rivoluzione non da poco in ambito televisivo. L’arrivo di Disney Plus ha dato uno scossone al mercato dei diritti, facendo soffrire soprattutto la pay tradizionale che da noi è Sky, rimasta a bocca asciutta dopo la chiusura di Disney Channel. Ora Disney distribuisce da sola i propri prodotti e questo ovviamente cambia un sacco di equilibri. Ma andiamo avanti.

Disney+ si adatta bene alle esigenze e ai gusti delle famiglie. La produzione del gruppo di Topolino infatti racchiude una variegata scelta di contenuti che a loro modo spaziano dai primi storici cartoni animati, ai corti Pixar, al mondo Marvel così come alle fresche commedie per arrivare ai documentari del National Geographic, fantastici binomi di immagini e sapere, scienza e fotografia.

Disney Plus logo

Andiamo a vedere da vicino come funziona Disney Plus.

Disney Plus, per chi è?

Prima di andare a commentare i costi e gli abbonamenti di una pay tv, vi è un aspetto ancor più rilevante, cercare di capire se la piattaforma streaming che si vuole provare fa al caso nostro. Al momento Disney ha eliminato la fatidica settimana di prova, abbastanza diffusa tra le piattaforme streaming. Quindi è doveroso a mio avviso informarsi prima ancora di iscriversi ad un servizio.

Quasi tutte le pay tv, diciamo le più grandi sul mercato, Netflix, Prime Video così come adesso Disney lavorano assiduamente per poter soddisfare i gusti di un pubblico sempre più vasto ma anche più esigente.

Dobbiamo riconoscere che la piattaforma del gruppo Disney ha utilizzato una strategia chiara sin dall’inizio, rendendo visibile sin da subito e sull’home page della stessa tutti i suoi brand principali.

Rispetto alle altre piattaforme video che andremo a comparare più avanti, Disney è senz’altro la pay tv delle famiglie. E’ quella che più di tutte possiede un mondo in tema di animazione e corti animati, dai classici agli ultimi lavori della Pixar. I bambini sicuramente possono spaziare e godere ogni giorno di nuove avventure.

Salendo con l’età però troviamo una notevole quantità di contenuti adatti invece alla fascia junior. Le serie Disney per ragazze come High School Musical al mondo Marvel che fa impazzire ragazze e ragazzi di tutto il mondo così come i loro genitori, che attendono con ansia le nuove uscite per potersele gustare insieme ai propri figli.

Gli amanti della fantascienza godranno dell’universo Star Wars, la saga di guerre stellari che ha saputo conquistare intere generazioni è per intero disponibile sulla piattaforma del gruppo Disney. Anzi, qui su Disney Plus, Star Wars ha proprio un intero spazio dedicato al franchise. Sballo totale.

Presenti anche i film e le pellicole meno popolari firmate Disney. Diciamo che ogni area della piattaforma racchiude se vogliamo una preferenza di genere ed età. Per questo Disney a nostro avviso è la piattaforma delle famiglie, perché è in grado di accontentare tutte le fasce d’età di un nucleo familiare, distribuendo esclusivamente prodotti PG-13, quindi strasicuri.

Torneremo più in là su questo argomento, andando a definire ancor più nel dettaglio le principali differenze con le altre pay tv globali.

Disney Plus in breve

Come ci si abbona a Disney Plus?

Come dicevamo Disney non prevede la settimana o il mese di gratuità. Ma i costi sono accessibilissimi, anzi direi super economici. Iscriversi a Disney è semplicissimo, basterà andare sull’home page della pay tv e troverete subito i costi d’abbonamento nelle due modalità: il mensile a 6.99 euro al mese o l’abbonamento annuo a 69,99 euro.

Entrambe gli abbonamenti non hanno limiti, si può accedere in ogni momento a tutti i canali della piattaforma con la sottoscrizione mensile o con quella annuale, nessuna distinzione.

L’abbonamento si può disdire in qualunque momento senza nessuna penale o extra da pagare. All’interno del pacchetto sono inclusi anche gli extra, le novità e i contenuti speciali. L’unica differenza è che ovviamente col piano annuale si potrà risparmiare un 15%, quindi  andrete a pagare all’incirca 5,83 euro al mese.

L’abbonamento quindi prevede Disney+Pixar+Marvel+Star Wars+National Geographic. Bisognerà cliccare sul tipo di abbonamento, mensile o annuale, inserire i propri dati, associare le credenziali della carta di credito o PayPal dalla quale sarà decurtata la cifra prestabilita, mensilmente o una volta l’anno. Si può condividere l’abbonamento con amici e parenti? Mmmmm… insomma… ne abbiamo parlato in maniera più approfondita in questo post.

“Canali” Disney Plus

Disney Plus sulla tv di casa

Disney presenta con estrema chiarezza tutti i suoi brand, presenti da subito sulla schermata principale della piattaforma. Spesso le pay tv seguono una suddivisione o per canali, come Sky, oppure per generi, come fa Netflix. Disney strutturalmente suddivide i suoi contenuti in base al brand d’appartenenza. Marvel, Pixar, Disney, Star Wars e National Geographic.

E’ chiaro sin da subito all’utente quali sono i prodotti principali della piattaforma, così anche senza la settimana di prova un potenziale spettatore sa come orientarsi e cosa trovare sulla piattaforma streaming.

In alto troverete anche le novità e i film originali. I brand racchiudono a loro volta dei veri e propri mondi che hanno fatto impazzire nel corso degli anni intere generazioni.

L’area Marvel Cinematic Universal racchiude l’intero mondo dei super eroi, senza alcuna distinzione tra animazione e film, serie e speciali dedicate ai super eroi. Ovviamente tutte le nuove uscite che hanno a che fare con questo genere rientreranno a far parte della categoria. Avangers, gli Xmen, Hulk, Spiderman, I Guardiani della Galassia sono solo alcuni dei titoli presenti nella sezione Marvel.

L’area Disney. In evidenza troverete sempre la novità in arrivo sulla piattaforma, poi la suddivisione per Animazione, Musical, Original, Serie Disney Channel, Ritorno agli anni 90, Principesse e Fiabe, Serie Disney Junior, i documentari Disney, i Disney Nature, Disney vintage.

In sintesi tutto ciò che è stato prodotto dal gruppo Disney dal suo esordio ad oggi. Da Frozen 2 ai film Disney anni 90, ai musical. E’ un’area questa all’interno della quale si può spaziare o trovare delle pellicole anche abbastanza sconosciute. Le serie tv Disney in voga al momento (quelle del vecchio Disney Channel per intenderci), mentre i più piccoli possono gustarsi le ultime uscite cinematografiche che in tempi decisamente rapidi entreranno a far parte della piattaforma.

L’area Star Wars. Chi non ha almeno un amico appassionato al fantastico mondo di guerre stellari? Questa è la sezione che più di tutti accontenta i grandi amanti del genere, Disney Plus ha raccolto un gran numero di abbonamenti e di consensi per l’uscita di Mandalorian. La nuova serie ha debuttato su Disney Plus proprio in occasione del suo esordio, facendo da grande traino alla prima diffusione.

The Mandalorian

Per i nostalgici in quest’area troverete tutti i film di Guerre Stellari usciti nel corso degli anni, gli speciali, la collezione Darth Vader e i cortometraggi. Per gli amanti della fantascienza e della saga, questa è la sezione che fa per voi.

Passiamo ad un’area davvero speciale, quella interamente dedicata al gruppo Pixar, campioni di illustrazioni, sempre originali e attenti alle tematiche sociali. Dei piccoli capolavori animati che negli anni hanno saputo conquistare il pubblico di tutto il Mondo.

Anche qui dalle voci più comuni dedicate ai film Pixar, ai corti e alla Pixar negli anni, troverete invece la suddivisione per serie specifiche come I Perchè di Forky. Toy Story, Cars, la categoria degli eroi improbabili con all’interno Dory, Up, Ratatouille, Nemo, gli Incredibili ed altri ancora.

Nel mondo Pixar troverete inoltre gli Sparkshorts, sono una serie di cortometraggi prodotti dalla Pixar. Sono i corti di sensibilizzazione sociale, trattano l’educazione emotiva, la diversità, la povertà, i diritti umani. Delle piccole perle da vedere in famiglia. Dei veri e propri capolavori senza età.

National Geographic è lo spazio interamente dedicato ai documentari. Dalla scienza all’archeologia. Il National Geographic famoso per i suoi magazine ma anche per delle pellicole degne di rispetto. Documentari girati in tutto il mondo, reportage fotografici mozzafiato in grado di affascinare anche chi alla fine non ama troppo il genere documentaristico.

Anche in questa sezione sono presenti le comuni divisioni in film e serie oltre alle categorie più specifiche wild, scienza e innovazione, i misteri dell’antichità ed animali e natura. Una gran scelta di docufilm davvero belli belli.

E’ giusto ripetere che gli abbonati Disney+ potranno usufruire dei contenuti presenti in tutti i brand sopra elencati. Un abbonamento unico per tutti. Chiaro?

Differenze Disney Plus, Netflix, Prime Video

Netflix, Disney Plus, Prime Video

Passiamo ora al capitolo forse più hot della nostra opinione. Perché il mercato delle tv a pagamento “over the top” (ovvero trasmesse via internet) inizia ad essere davvero corposo. Quindi, ogni volta che parliamo di una piattaforma dobbiamo chiederci: perché scegliere questa e non un’altra? Insomma, se non siete ricchi ereditieri, prima o poi, dovrete fare una selezione e scegliere un abbonamento disattivandone un altro. E allora, quali sono le reali differenze tra Disney Plus e i due big del settore, Netflix e Amazon Prime Video?

Partiamo dal presupposto che tutte e tre le piattaforme hanno ognuna il loro punto di forza e tratto distintivo. Il target di riferimento nel caso di Disney Plus è senz’altro differente e più specifico.

Netflix propone innanzitutto tre tipologie di abbonamenti dagli 8 euro dell’abbonamento basic per un unico dispositivo ai 16 euro dell’abbonamento che prevede 4 account e condivisioni.

Sul prezzo e sulla tipologia di abbonamento vince senza dubbio Disney Plus. Un unico abbonamento, economico ed estendibile a quattro dispositivi in contemporanea. Il gruppo Disney è stato senz’altro il più generoso.

Prime Video invece è incluso con l’abbonamento mensile di Amazon Prime, si può vedere sempre e su qualunque dispositivo, non ha limiti.

Un punto a sfavore del gruppo Disney è la settimana di gratuità che non più disponibile. Netflix e Prime Video mettono a disposizione 30 giorni di prova per vedere da vicino se è la piattaforma streaming adatta a voi.

Altro aspetto fondamentale è il catalogo. Sul catalogo Netflix vince la quantità. Non ci sono paragoni che reggono a mio avviso, la quantità dei contenuti presentati da Netflix non ha rivali. Ma la scelta del catalogo racchiude in se le strategie dei tre grandi colossi. Disney non punta alla quantità ma ai brand e alla forte riconoscibilità dei propri prodotti. Per Disney Plus, possiamo dire che less is more.

Prime Video è il figlioccio di Amazon, i numeri uno del commercio online, che hanno esteso gli affari alla musica e ai contenuti video. Detto ciò Prime Video ha delle interessanti esclusive e punta forse più di Netflix alla qualità.

Netflix è campione indiscusso sulle serie tv, ne ha veramente tante ed ha creato le sue original divenute famose in tutto il mondo. Disney a sua volta non ha rivali sulle saghe, l’universo Marvel e l’animazione. La qualità dei prodotti dedicati ai bambini è senz’altro superiore quella di Disney, ovviamente.

Sui film d’autore, le produzioni indipendenti e le pellicole Europee, Prime Video per quanto mi riguarda detiene il primato, anche se la quantità per quanto sia in continuo aumento è di tanto inferiore a Netflix.

Diciamo che in Disney mancano una serie di generi cinematografici come gli horror, i gialli, i thriller che invece spopolano sulla piattaforma californiana. E’ una scelta strategica di Disney Plus che punta solamente a prodotti adatti anche ai più piccoli.

Sul loro modo di presentarsi e di catturare l’attenzione del pubblico, sia Netflix che Prime che Disney+ sono praticamente perfetti. Siti ed home page chiare, suddivisione per generi o aree tematiche altrettanto efficienti. Netflix ha fatto da apripista nel 2015 alle altre due che hanno però saputo velocemente conquistare il loro spazio a suon di contenuti originali.

Nella scelta d’acquisto tra queste tre piattaforme, ovviamente, pesano i gusti personali e soggettivi.

Detto in estrema sintesi, Disney Plus va scelta nel caso abbiate dei figli e vogliate regalare loro grandi scorpacciate di film e serie super sicure. In qualche modo Disney Plus è stata progettate per essere complementare a Netflix, senza cercare quindi lo scontro diretto con le altre OTT.

In Italia comunque un’altra grande concorrente e senza dubbio Now Tv / Sky nelle sue due versioni, internet e satellite, se la batte con i tre colossi sopratutto per le premiere cinematografiche e le produzioni di HBO, per quanto sia molto ma molto più cara rispetto alle avversarie. La nostra recensione completa di Now Tv la trovate qui.

Qui sotto, sempre secondo noi, una nostra infografica con il riepilogo dei punti di forza di ciascuna piattaforma, per aiutarvi nella scelta:

Punti di Forza Disney Plus, Prime Video, Netflix

Dispositivi Disney Plus

I contenuti presenti su Disney Plus, una volta fatto l’abbonamento, si possono vedere un po’ ovunque. Intanto ricordiamo che si possono utilizzare quattro dispositivi in contemporanea con un unico abbonamento.

Disney si può vedere sugli smartphone, sulle console, smart tv o tramite il normalissimo browser web. Per la visione da telefonino bisogna scaricare l’applicazione di Disney+ presente nelle due versioni per IOS ed Android.

Tramite browser basta avere una buona connessione e Disney+ sarà disponibile sia per Chrome, Safari e Firefox. Per quanto riguarda invece le console potrete usufruire dei contenuti Disney sulla Playstation e XBox.

Si possono trasmettere i contenuti di Disney+ da pc alla tv tramite dispositivo Chromecast di Google o il Fire Stick di Amazon Prime.

Disney Plus su Chromecast

Concludendo, vi ricordiamo che potete abbonarvi in ogni momento a Disney+ sull’homepage della piattaforma streaming. Troverete tutti i brand della casa di Topolino in prima pagina, e tutti i contenuti sono visibili con entrambe gli abbonamenti, il mensile o l’annuale.

App Disney Plus

L’app Disney Plus è ben organizzata e di facile consultazione. Dopo diverse nostre prove, un appunto importante sullo streaming Disney Plus da app. Come sempre, fate attenzione ad eseguire streaming video da rete mobile (3G o 4G) perché ovviamente lo streaming consuma tanti giga. Tuttavia, anche in wifi, lo streaming Disney Plus, in caso di assenza di tanta banda è un po’ meno performante di quello Netflix.

Quando la rete è un po’ occupata da altri dispositivi, Netflix diminuisce la qualità video squadrettando qua e là ma continua a scorrere liscio, mentre Disney Plus nel nostro caso ha avuto qualche intoppo.

Probabilmente su questi aspetti tecnici, vince l’esperienza di Netflix che dopo diversi anni di streaming ha ormai dei sistemi di encoding perfetti. Comunque rispettabilissime le prestazioni dell’app Disney Plus.

Disney Plus, PayPal, PostePay e Carta di Credito

Qualche appunto finale sui pagamenti. Per abbonarsi a Disney Plus basta possedere una carta prepagata o una qualunque carta di credito o PayPal. Vanno benissimo anche le comuni carte di debito PostePay, sia nella versione normale che in quella “Evolution” con IBAN.

Chiudiamo qui la nostra recensione a Disney Plus, sperando di avervi dato info utili per scegliere il prodotto più vicino ai vostri gusti e alle vostre esigenze. Come sempre, aggiorniamo periodicamente tutte le review della nostra serie delle Opinioni di UpGo.news che potete trovare per intero qui.

Lo facciamo anche a seguito degli stimoli che ci date in discussione. Perché ora la parola passa a voi, qui sotto, nello spazio commenti. Cosa ne pensate di Disney Plus? Siete d’accordo con questa nostra recensione del prodotto? Avete altri elementi importanti da aggiungere per aiutare altri utenti nella scelta?

I commenti qui su UpGo.news non richiedono la registrazione. Se non volete perdervi i nostri nuovi contenuti, seguiteci anche su Canale Telegram UpGo.news.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here