Il canale Focus (ex numero 56) passa dalle mani di Discovery a Mediaset che lo porta al numero 35 del telecomando. Anzi, diciamo che il gruppo se lo riprende visto che il brand Focus, reso noto dalla celebre rivista, è in realtà di proprietà di Mondadori. Il gruppo editoriale sempre facente parte dell’ universo Berlusconi lo aveva dato in concessione a Switchover Media per il lancio del canale tematico. Il gruppo Switchover Media è stato poi assorbito da Discovery Italia nel gennaio 2013. Il lancio del nuovo canale Focus by Mediaset è previsto a maggio 2018, con tante novità in palinsesto.

Focus Mediaset
Focus passa a Mediaset. Tante novità in arrivo sul digitale terrestre italiano di Mediaset. Focus lascia il gruppo Discovery ed entra nella sfera di controllo di Cologno Monzese. Italia2 muore e nasce il Canale Venti.

Discovery quindi perderà il canale ma manterrà la LCN (il numero 56 del telecomando, dove ora è in onda la nuova rete MotorTrend). Mediaset rilancerà completamente Focus riportandolo sotto il proprio diretto controllo. Il cambiamento, stando alle indiscrezioni raccolte da Il Sole 24 Ore, dovrebbe avvenire già questo maggio, periodo che si profila molto intenso per i nuovi canali del DTT Italiano.

La nuova rete Focus resterà incentrata sui documentari e sui factualsostituisce il canale Italia2, nata con l’ intento di dare una seconda rete a Italia1 ma mai veramente decollata negli ascolti. Italia2 quindi, traslocherà al numero, decisamente meno prestigioso, 120.

Le grandi novità sarebbero state riportate durante una presentazione in pompa magna di Publitalia ai grandi investitori pubblicitari.

Per quanto riguarda Focus, si tratta del primo brand acquisito da Mediaset da un concorrente. Un importante passaggio di proprietà di una rete (Focus) che consentirà di allargare il perimetro della programmazione Mediaset anche ai documentari.

Le novità del palinsesto del nuovo Focus di Mediaset (canale 35). Nuovi programmi, film e serie

Il nuovo canale Focus di Mediaset (canale 35 LCN) perde quindi completamente i format del vecchio palinsesto. Su tutti ci sono ovviamente i diritti di Discovery che traghetterà gli show sugli altri canali del gruppo (prevalentemente DMAX).

Mediaset quindi a questo punto, possiede solo il marchio. Parliamo quindi di un Focus che sarà completamente nuovo nella programmazione, cercando di mantenere ovviamente lo stesso posizionamento nel mercato.

Scienza, innovazione e tecnologia resteranno i temi trattati dal canale ma rispetto al progetto edito da Discovery assisteremo un po’ ad un ritorno alle origini, con una linea editoriale più simile a quella lanciata da Switchover Media.

Documentari, certamente ma anche programmi da studio ed un allargamento del palinsesto con l’innesto di serie tv e film. Ovviamente sfruttando la ricca library di diritti Mediaset.

Quindi sul nuovo Focus troveremo sì i documentari in senso stretto ma anche serie tv con tema scifi e film di richiamo che in qualche modo ricalcano il tema della rete e della rivista. Tra questi, è stata annunciata la programmazione del film blockbuster Interstellar.

Come sempre, tutte le nostre notizie aggiornate su tv e telefonia le trovi anche sulla nostra Pagina Facebook.

SHARE

3 commenti

  1. Complimenti Italia non ti smentisci!
    Tutte le cose belle le bruci, le cose brutte le introiti.
    Mediaset è un gruppo che nulla ha a che fare
    con la cultura e la piacevolezza.
    Un bel canale dato in pasto alla
    massoneria, anche quello.

    • Pienamente d’accordo con te, forse inizieranno bene, ma tempo un annetto, cominceranno a trasmettere repliche del grande fratello, peccato era uno dei miei canali preferiti.

Lascia un tuo commento