A Berlino durante la presentazione del nuovo palinsesto delle serie tv di Netflix, ha parlato a lungo della sua creatura il ceo e cofondatore della piattaforma, Reed Hastings.

Hastings Netflix
In Germania un Hastings sempre più visionario e orgoglioso della sua creatura. “Abbiamo creato un pubblico globale su produzioni locali”.

“Netflix ha capito l’importanza della rete”
“La tecnologia è meravigliosa, ma chi ci sceglie vuole anche grandi storie. Netflix ha capito che Internet poteva essere usato per reinventare la televisione. E migliora anno dopo anno: migliora la personalizzazione con la scelta dei prodotti tagliati sempre più sui giusti di ciascuno. Migliora la qualità del video, la bellezza di ciò che può essere visto a casa o sul cellulare”.

“Siamo dei pionieri”
Dopo una prima introduzione il ceo di Netflix Reed Hasting ha spiegato come la sua azienda sia stata la prima piattaforma on demand a “lanciarsi” nella creazione di nuovi contenuti. “Siamo pionieri per quanto riguarda la creazione di contenuti europei originali. Ormai lavoriamo in molte lingue diverse e da quest’anno aggiungeremo anche il rumeno e il greco. Stiamo creando un pubblico globale con produzioni locali. I boschi di Berlino, e la piccola cittadina tedesca di Winden sono ad esempio lo sfondo di Dark, la nostra prima serie originale Netflix prodotta in Germania. Due bambini scompaiono misteriosamente, legando il destino di quattro famiglie: in ogni puntata si aggiunge un pezzo di storia, da scoprire come la figura di un puzzle, ha spiegato il regista Baran Bo Odar, affiancato dallo scrittore Jantje Friese. Dark è prodotto dalla casa tedesca Wiedmann e Berg.”

“Suburra” & “Las Chicas”

Infine, ha parlato anche delle serie tv che ci attendono direttamente dall’Italia e dalla Spagna: “L’intreccio di sesso, droga e potere, nel campo di tensione tra Chiesa Stato e criminalità che si contendono Roma, è l’oggetto della nostra serie italiana: “Suburra”, sarà in 10 puntate e verrà diretta da Michele Placido.” “Las Chicas del cable” invece, è la prima produzione originale Netflix spagnola, ambientata a Madrid nel 1928: “Dove le donne volevano essere libere, ma dovevano lottare per ottenerlo”. Lidia (Blanca Suarez), Marga (Nadia de Santiago), Carlota (Ana Fernandez) e Angeles (Maggie Civantos) sono “Las Chicas”.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here