Ormai è un dato di fatto la situazione incerta e di generale sofferenza per la pay tv Mediaset Premium. Sicuramente però il gruppo Mediaset non si sarebbe mai aspettato una perdita di così tanti abbonati nel giro di un anno. Il 2017 non è ancora finito ma le statistiche parlano chiaro: ad oggi sono già 100 mila le tessere in meno vendute rispetto al 2016, nonostante il gruppo sia ancora in possesso della strategica esclusiva della Champions League.

Mediaset Premium
Mediaset Premium. Meno 100 mila abbonati nonostante l’ esclusiva Champions League. Continua il periodo non felice per la piattaforma a pagamento del Biscione.

Questo dato, mancando ancora qualche mese a dicembre, potrebbe aumentare notevolmente, chiudendo l’anno in negativo.

Radiocor Plus avrebbe constatato che la scarsità di abbonamenti non sarebbe solo sul fronte dei clienti privati ma anche per quelli business (bar e alberghi), portando ad un’emissione di tessere al di sotto di 1,6 milioni.

Questa riduzione di richiesta potrebbe essere causata, come sostiene anche il presidente di Mediaset Premium Marco Giordani, al taglio fatto ai vari pacchetti, come per esempio la sezione bambini con la perdita delle reti Disney e la sezione documentari.

La società sta progettando nuovi listini senza la Champions (avendo perso il diritto esclusivo alla trasmissione già dalla prossima stagione), ma attualmente sta puntando quasi ed esclusivamente sull’ offerta calcio.

I gestori della pay-tv sono fiduciosi sul fatto che con l’inizio della stagione calcistica, soprattutto per il fatto che Mediaset Premium detiene i diritti per la trasmissione delle partite della Serie A (in attesa di sapere se sia riuscita a mantenere il controllo anche sul triennio 2018-2021), la richiesta delle tessere Premium potrebbe tornare ad aumentare.

Per il momento, vedendo anche i risultati pubblicati da Radiocor Plus, questo recupero non si sarebbe ancora verificato.

Sicuramente una buona notizia per gli abbonati è quella rilasciata poche settimane fa dal Presidente di Mediaset Premium, cioè che le partite della Champions da quest’anno si potranno acquistare singolarmente, in pay per view. Un modo evidentemente per far cassa con quel poco che rimane di esclusiva. Pagando solo la singola partita, anche chi non possiede il pacchetto Calcio, potrà vederla senza dover pagare l’abbonamento completo.

È di poche ore fa l’annuncio da parte di Premium di tentare il tutto per tutto per acquistare i diritti esclusivi per la trasmissione dei prossimi Mondiali di calcio dell’edizione 2018 in Russia e del 2022 in Quatar. Leggi anche: Mediaset vuole i Mondiali di Calcio

Si tratterebbe di un debutto assoluto dei mondiali sulle reti del Biscione. Pare comunque difficile che Premium sarà la pay dei Mondiali di Calcio. Anzi, è possibile che la tv a pagamento sul digitale terrestre venga, nei prossimi mesi, fortemente ridimensionata, per evitare ancora un buco nero di costi per il Gruppo.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here