Si avvicinano le aste per l’ acquisizione dei diritti calcio dove probabilmente si affaccerà anche Discovery con la sua Eurosport. Mediaset, con l’ approccio “opportunistico” definito da Berlusconi Jr (e con pochi soldi) potrebbe restare a bocca asciutta. A quel punto, l’ unica strada possibile, sarebbe quella dell’ integrazione con Sky. L’ alternativa è limitare, o forse chiudere la piattaforma pay, ormai troppo onerosa per il Gruppo.

Mediaset Premium. Sky possibile acquirente
Sky unico possibile acquirente di Mediaset Premium. Nel frattempo la guerra contro Vivendi entra nel vivo.

Sempre più incerto il futuro di Mediaset Premium. La pay tv del Biscione vivacchia e presenta poche novità. Intanto oggi inizia il lungo procedimento legale che contrappone il gruppo italiano ai francesi di Vivendi. Con loro una soluzione in tempi rapidi è impossibile. E Sky non appare solo un acquirente probabile ma l’ unico concretamente possibile.

Questo perché, ad essere in difficoltà, non è solo il progetto Premium di Mediaset ma tutta la pay tv mondiale. Un po’ la recessione, che segna il confine di saturazione del mercato ma molto ha fatto lo streaming, oggi vissuto dagli utenti come valida alternativa alla tv a pagamento classica.

Insomma, gli abbonati in Italia, sono quelli da anni. E gran parte sono già in Sky. Tra i 5 e i 6 milioni di italiani. E convincere tutti gli altri sembra impossibile. Soprattutto perché tra questi, c’ è una larga parte che ha già trovato risposta al proprio bisogno di intrattenimento con Netflix e compagnia bella.

A quanto pare, il pubblico più giovane, quello maggiormente digitalizzato, non ci pensa proprio ad impegnarsi in costosi e lunghi contratti con le tv a pagamento. Meglio, per le serie, pagare Netflix mese per mese con la comoda PayPal.

Sky ha il parco abbonati sufficiente per continuare a vivere. Magari non a crescere. Ma comunque a rappresentare l’ offerta top in Italia, soprattutto con il forte traino del calcio. Premium quindi, non fa gola a nessuno. Nemmeno guardando fuori dai confini nazionali. Le pay sono in crisi dappertutto e la stessa Vivendi, in patria, fatica con la storica Canal+. Tutti gli analisti concordano: per due pay tv, in Italia, non c’ è spazio.

Pier Silvio Berlusconi ci ha tenuto a smentire qualsiasi trattativa con Sky. Forse parole di circostanza. Forse Sky, un po’ cinicamente, vuole attendere, per vedere quanto ancora può tirare avanti Mediaset Premium e magari farla svalutare ulteriormente. Del resto l’ appuntamento per la gara ai diritti di Serie A e Champions è vicino. E da lì Premium potrebbe davvero uscire con le ossa rotte.

Ad oggi però resta il fatto che Sky sia l’ unico soggetto vagamente interessato al carrozzone voluto anni fa proprio dal figlio del magnate Berlusconi, per contrastare il monopolio di Sky. Una guerra che non ha mai consentito a Premium di raggiungere il famoso break-even (che detto volgarmente è il punto nel quale si inizia a guadagnare da un’ impresa).

Probabilmente una delle peggiori avventure di Mediaset dalla sua fondazione.

TUTTE LE NOTIZIE SULLA TV DIGITALE

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here