Giorni difficili per Mediaset. Come se ne avesse bisogno. Dopo mesi di liti con Vivendi e conseguenti crolli in borsa, oggi il titolo Mediaset è entrato nell’ interesse dei francesi, che hanno rastrellato azioni fino a raggiungere la soglia rilevante del 3.01%.

Vivendi attacca Mediaset
Scalata aggressiva di Mediaset a Vivendi. I francesi vogliono risolvere il problema Mediaset, conquistando il controllo dell’ azienda di Berlusconi?

L’ obiettivo dichiarato dai francesi, è di raggiungere un 10 o forse un 20 percento del capitale del primo gruppo media italiano. L’ acquisizione avverrà in base alle condizioni di mercato, continuando ad acquistare azioni, già nei prossimi giorni.

Un quasi tentativo di scalata visto che comunque, anche arrivando ad un 20%, il controllo di Mediaset resterebbe almeno per il momento alla holding Fininvest. Però incuriosisce gli osservatori la singolare situazione di una società interessata ad un’ altra, con la quale è in corso una gigantesca causa legale.

Ricordiamo che l’ interesse di Vivendi su Mediaset dura da molti mesi. I francesi sono infatti i firmatari di un accordo che però, almeno stando a quanto dichiarato da Mediaset, non hanno poi voluto rispettare. Questo succedeva la scorsa estate quando Vivendi avrebbe dovuto assumere il controllo della totalità di Mediaset Premium. Si sono tirati indietro a settembre perché non interessati evidentemente al solo comparto pay tv ma all’ intero impero mediatico di Canale 5, Italia 1, Rete 4.

Attraverso Mediaset, Vivendi intende conquistare il mercato del Sud Europa e il gruppo italiano è ben radicato anche in Spagna. Tv generalista quindi, pay tv (anche se un po’ ridotta male) ma soprattuto sguardo al futuro con l’ OTT, ovvero la piattaforma in streaming di Infinity che potrebbe essere inglobata dai francesi così da creare un competitor, di livello europeo, agli agguerriti americani di Netflix.

Insomma, da una parte la famiglia Berlusconi, che con Vivendi voleva fare affari, dall’ altra Bollorè che invece preferisce acquistarle direttamente le aziende di Berlusconi.

E resistere, questa volta, per il gruppo italiano, non sarà semplice. L’ unico piano B al momento disponibile è disfarsi solamente della costosa pay tv Mediaset Premium e fare cassa.

Tra i possibili acquirenti di Premium, al momento, sembra esserci solo Telecom Italia, controllata anche questa proprio da Vivendi. Insomma, i francesi bussano forte alla porta di Silvio Berlusconi.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here