UpGo.news » Blog Pay Tv » Netflix » Netflix Adoro. Il nuovo tasto introdotto da Netflix

Netflix Adoro. Il nuovo tasto introdotto da Netflix

Netflix, bottone adoro

Nel mondo dei “mi piace” e dei “non mi piace” si fa spazio un nuovo modo di classificare le cose, e pensate lo ha introdotto Netflix, la nota piattaforma mondiale di streaming. Stiamo parlando del pulsante “Adoro!” che è andato ad aggiungersi al classico sistema di valutazione binario (i due pulsanti Mi Piace e Non Mi Piace) dopo cinque anni dalla sua introduzione su Netflix.

Ebbene sì, forse non tutti si ricorderanno che nel 2017 Netflix decise di modificare il proprio sistema di valutazione, passando dalla valutazione a stelle (per la precisione un utente poteva valutare film, serie tv e tutti gli altri contenuti con una scala da 1 a 5) al sistema binario contraddistinto dalla classica icona con il pollice in su e quella con il pollice in giù, più intuitiva e diffusa grazie sicuramente ai social network dell’universo Zuckerberg.

Leggi anche: come vedere Netflix sulla tv di casa e come regalare Netflix

In questi giorni appunto ci siamo accorti che a queste due icone se n’è aggiunta una terza, contraddistinta da un doppio pollice verso l’alto per indicare la nuova valutazione associata proprio alla parola “Adoro!”.

In verità  Netflix non ha comunicato ufficialmente questa novità, e possiamo anche ipotizzare che potrebbe trattarsi solamente di un test e quindi non disponibile per tutti gli utenti di tutto il globo. Per chi invece dovesse notare questo cambiamento nell’interfaccia della valutazione di un contenuto, troverà alla destra del pulsante “Mi Piace” il nuovo pulsante “Adoro!”.

Molto semplicemente ci immaginiamo che il pulsante “Adoro!” sarà premuto da tutti quegli utenti a cui quel particolare contenuto è piaciuto davvero davvero tanto, come ad esempio film, documentari o serie tv che sono stati visti più di una volta.

Molto probabilmente Netflix assegnerà ai titoli “adorati” un maggior valore nel suo algoritmo di valutazione dei contenuti, così da proporre ai propri abbonati un’esperienza di streaming sempre più personalizzata.

Lascia un commento