Una volta la pay tv serviva a vedere le partite. In Italia è nata così e del resto,  gran parte della lotta si combatte ancora sul pallone. Ma non è più l’ unico – per rimanere in tema – terreno di gioco. Se è vero che il colpaccio Mediaset sono stati i diritti della massima competizione europea è altrettanto vero che oggi l’ attenzione della pay di Cologno Monzese si sta focalizzando su cinema, serie tv e internet tv.

mediaset premium

C’ è da prevalere in un mercato altamente competitivo, dove non c’ è più solo Sky ma anche i temuti ragazzacci a stelle e strisce di Netflix. Per far fronte alla nuove sfide, Mediaset si è mossa con ampio anticipo virando la propria offerta verso la clientela smart. Giovane, disposta a pagare un prezzo equo ma che non rinuncia ai servizi a valore aggiunto, rappresentati dai nuovi canali di fruizione.

Tv via internet e un’ offerta disponibile anche on-demand. Perché la differenza con il pubblico della generalista sta anche lì, nella libertà – per molti ormai irrinunciabile – di guardare quello che si vuole senza vincolo di palinsesto.

Su Premium Play sono ad oggi disponibili oltre 8000 titoli. Una library costituita da prodotto pregiato, perlopiù proveniente dagli States acquistato da Mediaset in uno degli investimenti in diritti più consistenti della storia televisiva italiana. Un’ offerta ricca e completa, suddivisa in canali tematici con una bella spruzzata di alta definizione.

Nella mani di Premium ci sono poi serie cult, amatissime dal pubblico italiano. Contenuti preziosi, che fanno fatica ad imporsi sui vecchi canali generalisti (dove le serie non hanno mai trovato troppa fortuna. Forse anche perché trattate malissimo!) e che invece sono il più potente strumento di fidelizzazione di una pay tv. Becca il fan della serie e rinuncerà a tutto fuorché al suo bell’ abbonamento, questo è sicuro.

The Big Bang Theory, la sitcom che ha battuto tutti i record. Gotham, Hannibal e ancora prodotti freschi come l’ attesa Mr Robot. Sono i piatti forti di Mediaset Premium che come dicevamo sopra, esce dalla tv e tenta l’ invasione sugli altri device.

La tv di Premium incontra internet

Mediaset è riuscita in Italia ad incontrare le nuove esigenze del pubblico nuovo, giovane e dinamico. I canali tv, di fatto, sono diventati app. Così Mediaset ha creato Play, la propria offerta on-demand che corre parallela ai più classici canali lineari. Niente palinsesto ovviamente ma – con il solo supporto di una normale banda larga – una vera e propria multisala praticamente infinita, in casa di ciascun abbonato.

E poi quelli di Mediaset hanno capito una cosa. Che la tv non si guarda più in tv. Ce lo ha insegnato per primo YouTube. Ed è così che Mediaset ha totalmente rivoluzionato se stessa, sbarcando su tablet, smartphone e ancora sull’ Xbox.

Con il vantaggio che se uno esce di casa (e fortunatamente accade ancora, anche ai giorni nostri) la sua pay preferita e la serie più amata può portarsele con sé. Sempre. Con l’ App Premium Play.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here