Oggi vorrei discutere di Luke Cage, terzo sodalizio tra Netflix e Marvel dopo Daredevil e Jessica Jones. Luke Cage è il primo eroe di colore con una serie a fumetti.

Recensione di Luke Cage Netflix
La serie tv Luke Cage nel catalogo Netflix. Un super eroe normale, nel nuovo originals prodotto da Netflix insieme a Marvel.

La Marvel sta trasponendo il gran lavoro svolto per il cinema con la creazione degli Avengers, anche nell’ambito delle serie TV: Luke Cage sarà il terzo componente che andrà a formare la serie cross over dei Defenders.

Ci troviamo, come nelle altre due serie di cui ho parlato, a New York, la prima comparsa di Luke è stata nella serie Jessica Jones, lontani dallo sfarzo del centro e in difficili periferie dove ogni giorno la criminalità prende il sopravvento sui più deboli. Luke Cage, invulnerabile e dotato di una forza sovrumana, da semplice barista, diventerà un protettore e un simbolo di giustizia per il suo quartiere.

La serie ha ancora un tono diverso rispetto alle altre due, decisamente migliore di Jessica Jones e inferiore a Daredevil, ma intrattiene e diverte alla grande. Vorrei però più che altro soffermarmi su aspetti dello show che ho trovato interessanti, in primis la cultura afroamericana, assolutamente centrale nella serie. Dai balli alle lotte con la polizia, passando per la musica e la vita nel ghetto, possiamo osservare uno spaccato sociale davvero interessante e reale. Sono rimasto colpito dall’inserimento di alcune tematiche, seppur non sempre centrali nella trama, che alzano e non di poco il livello del prodotto.

TUTTE LE RECENSIONI SU NETFLIX

Interessante è senza dubbio il personaggio, che tra una scazzottata e l’altra, decide di non avere un costume. Quindi Luke Cage diventa un simbolo di lotta per la giustizia e speranza in cui le persone credono e danno affidamento perché lo conoscono e lo vedono uguale a loro. Questo si contrappone ad esempio a Daredevil, eroe che mette in soggezione, più distaccato e da questo punto di vista, tradizionale.

Infine è d’ obbligo una menzione alle donne di Luke Cage (tra le diverse conquiste c’è anche Clarie Temple, personaggio interpretato da Rosario Dowson e presente in tutte le tre serie) che sono sempre personaggi di spessore e mai figurine. Molto spesso, purtroppo, vediamo che le donne nei film o nelle serie vengono utilizzate esclusivamente per la loro bellezza: in questo caso viene proposta un’ immagine di donne forti, sicure e indipendenti, non dei semplici trofei per il protagonista.

In conclusione consiglio a tutti questa serie, perché fa quello che deve, intrattenendo con azioni di buon livello e divertendo gli spettatori di Netflix ma anche facendo riflettere su temi molto interessanti ed attuali.

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here