Poco tempo fa mi sono imabattuto su Netflix in un film risalente al 2010, Scott Pilgrim vs. The World e dopo averlo riguardato ho deciso di aggiungerlo alla serie di recensioni di UpGo.news perché, anche se forse poco conosciuto è un indiscutibile gioiellino.

Scott Pilgrim
Scott Pilgrim. Videogames, rock e fumetti arrivano su Netflix

Il film in questione è diretto da Edgar Wright ed è ispirato ad un’omonima serie di fumetti scritta e disegnata da Bryan Lee O’Malley. Premetto già da ora che io non ho mai letto le tavole in questione e quindi non esprimo giudizi in merito, e mi limito a parlare della pellicola.

Protagonista della vicenda è Scott Pilgrim, interpretato da Michael Cera (attore che trovo un sacco buffo e davvero ottimo in queste parti comiche), ragazzo di 22 che suona il basso in una band, i Sex Bob-omb, e che dopo aver visto una misteriosa ragazza, Ramona Flowers, Mary Elizabeth Winstead, se ne innamora perdutamente.

Nel tentativo di conquistarla scopre che gli ex della giovane hanno istituito la “Lega dei Malvagi Ex” (un po’ come quella dei Pokemon 😉 ), il povero Scott dovrà allora sconfiggerne tutti i componenti per poter arrivare al cuore della giovane.

Il fulcro della vicenda saranno quindi i combattimenti, tutti molto spassosi, incentrati sul mondo videoludico a 8Bit (il celebre logo della Universal all’inizio della film sarà realizzato proprio così). Il ritmo della vicenda è incalzante e riesce a tenere molto viva l’attenzione dello spettatore, che viene intrattenuto dalle numerose e ben riuscite gag, soprattutto grazie agli spassosi ex, tutti personaggi sopra le righe.

Un altro elemento interessante è la massiccia presenza di didascalie, onomatopee e loghi che avvicinano questo film al mondo del fumetto. Tutto questo è amplificato dal montaggio che usa molto la tecnica dello stacco in asse, che consiste nel mantenere fissa l’inquadratura e sostituire la prima immagine con una seconda che risulta essere o l’ingrandimento o la riduzione della precedente. A parer mio Scott Pilgrim vs The World è senza dubbio uno dei migliori cinefumetti, anche grazie all’opera di Wright, che si possano trovare sul grande schermo.

Mi sono molto divertito durante la visione della pellicola, anche per le citazioni intelligente dal mondo dei videogames (che oggi quando vengono portati sul grande schermo producono quasi sempre degli scempi) e della cultura fumettistica. L’idea di fondo per me rimane geniale: chi non vorrebbe, per conquistare la propria ragazza, dover affrontare tutti i suoi malvagi ex?

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here