UpGo.news » Blog Pay Tv » Sky » Sky Go, cos’è e a cosa serve?

Sky Go, cos’è e a cosa serve?

Sky Go

Negli anni Sky ci ha abituato a continue innovazioni nel campo dello streaming di contenuti on demand e del live streaming. Non fa eccezione Sky Go, il servizio streaming di Sky che consente la visione dei canali compresi nel proprio abbonamento e i contenuti on demand ( cinema, serie tv e molto altro) anche se non si è comodamente seduti sul proprio divano di casa, dando di fatto la possibilità di accedere ai propri programmi preferiti in qualsiasi momento sia da pc ma soprattutto da dispositivi mobili. Leggi qui le migliori offerte per abbonarsi a Sky questo mese.

Semplificando al massimo possiamo dire che Sky Go è molto simile ad un’app. Infatti è disponibile per dispositivi Android e iOS, come smartphone e tablet, inoltre è possibile scaricarla anche per macOS e PC Windows, oppure scegliere di accedere ai contenuti direttamente dal sito web dedicato.

Come si attiva SKY GO

Ovviamente per avere la possibilità di accedere ai contenuti di Sky attraverso Sky Go occorre possedere il proprio SKY ID, ovvero un identificativo personale composto da username (o email) e password, che consente l’accesso a tutti i servizi online messi a disposizione da Sky. Tutti i clienti Sky possono richiedere lo Sky ID ma è possibile attivarne solamente uno per contratto.

Per utilizzare il servizio Sky Go prima bisogna effettuare una semplice procedura di attivazione, l’operazione è velocissima e molto intuitiva ed è necessaria per ottenere il proprio Sky ID.

Occorre infatti andare sul sito www.sky.it, cliccare sul login ed eseguire la registrazione; come una classica registrazione si devono compilare tutti campi, il codice cliente SKY, il proprio codice fiscale, indirizzo email e ovviamente la password.

Con questo account potrete accedere alla sezione Sky Go Fai da Te, un servizio pensato per chi vuole gestire in maniera autonoma e capillare il proprio abbonamento Sky. In effetti è disponibile una vera e propria App dove vi si accede inserendo le proprie credenziali e consente di:

  • informarsi su offerte e promozioni
  • controllare le proprie fatture e il saldo
  • contattare l’assistenza per problemi tecnici o amministrativi
  • acquistare gli eventi Primafila
  • modificare informazioni personali e alcuni dati contrattuali

Attivare Sky Go è altresì molto semplice, infatti esso è già incluso gratuitamente nel proprio abbonamento. Dopo aver effettuato la procedura sopra citata e aver ottenuto il proprio SKY ID è sufficiente installare l’applicazione compatibile con il proprio dispositivo, utilizzare le credenziali di accesso e si può subito iniziare a guardare contenuti Sky su smartphone, tablet e PC.

Cosa si può fare con SKY GO

Come già detto il servizio SKY GO permette di fatto di avere il proprio abbonamento Sky sempre con sé.
Potete accedere ai contenuti in qualsiasi momento e luogo tramite i vostri dispositivi mobili (vi basta solamente essere connessi) e avere a disposizione tutto quello che solitamente guardate sul vostro divano di casa ovvero gli eventi sportivi, oltre 4000 titoli on demand tra serie TV, film, intrattenimento e documentari e i programmi in onda sui canali che avete scelto nel vostro abbonamento.

Una volta ottenuta l’app di Sky Go nella home page potrete trovare diverse sezioni molto intuitive tra cui quella “In onda adesso” (con i programmi in onda in quel momento), la sezione “Iniziati” con i programmi che avete già iniziato a vedere e i titoli on demand in evidenza.

Nel menù principale si può accedere ai migliaia di titoli on demand suddivisi per genere (ad esempio Cinema, Serie Tv, Documentari). Nella sezione Canali TV invece si può accedere a tutta la programmazione in onda sulle reti incluse nel proprio abbonamento, scegliere il programma in onda in quel momento, premere play e godersi lo spettacolo. C’è poi la sezione Download con i programmi Sky on demand che si sono scaricati e che si possono guardare in ogni momento, anche quando non si è connessi a internet.

Altra funzione interessante è Registra, ovvero la possibilità di programmare a distanza la registrazione di un programma sulla propria TV.

Chi può attivare SKY GO

Come abbiamo detto SKY GO è un servizio gratuito ma fino a qualche tempo fa non tutti gli utenti potevano usufruirne. Infatti chi non era cliente SKY da più di dodici mesi o non utilizzava SKY attraverso il digitale terrestre, per avere i servizi messi a disposizione da SKY GO, doveva sottoscrivere un abbonamento mensile di 5,20 € e attivare quindi SKY GO PLUS. A Novembre 2021 però SKY ha annunciato che non si dovrà più pagare nulla e tutte le funzionalità di SKY GO PLUS saranno incluse nell’abbonamento standard  di SKY, disponibili quindi senza costi aggiuntivi.
Di fatto chiunque può utilizzare SKY GO e avere anche quelle funzionalità che prima erano ad uso esclusivo degli utenti di SKY GO PLUS come:

la funzione Download & Play che consente di scaricare i contenuti e guardarli senza connessione a internet e il servizio Restart, Pausa e Replay per far ripartire un programma live dall’inizio o metterlo in pausa.

Regole di utilizzo di SKY GO e informazioni sui dispositivi

Come ben evidenziato dal sito ufficiale di Sky, si può utilizzare un solo dispositivo con SKY GO alla volta, collegato al proprio SKY ID. Ciò vuol dire che, nonostante ci sia la possibilità di collegare fino a quattro dispositivi (se si hanno attivi due contratti con altrettanti SKY ID i dispositivi passano a 8), si potrà utilizzare solo uno per volta. Si possono comunque resettare in qualsiasi momento i dispositivi associati al proprio SKY ID.

Se invece state utilizzando uno dei dispositivi associati e volete passare all’altro occorre chiudere l’applicazione SKY GO, attendere qualche minuto e poi accedervi nuovamente attraverso l’altro dispositivo.

Per quanto riguarda i dispositivi compatibili con SKY GO riportiamo alcune caratteristiche:

  • iPhone e iPad necessitano almeno di iOS 9;
  • per smartphone e tablet Android serve una versione del sistema operativo pari o superiore ad Android Lollipop (5.0)
  • su PC Windows occorre avere una versione pari o superiore a Windows 7 (con tema Aero abilitato);
  • in ambiente Mac serve un sistema operativo pari o superiore a OS X 10.

Infine una piccola precisazione per quanto riguarda i computer. Infatti oltre alla versione del sistema operativo occorrono alcuni requisiti hardware da rispettare. Ad esempio su PC Windows occorre avere almeno un processore Intel Dual Core con 2.1 GHz di frequenza, 2 GB di RAM e una scheda grafica con almeno 1 GB di memoria.
Per i Mac occorre un processore Intel Core i3, 4 GB di RAM e una scheda grafica con almeno 512 MB di memoria.

Lascia un commento