Con l’arrivo di Netflix anche in Italia, con la sua libreria praticamente sterminata, il mondo dello streaming casalingo non è più lo stesso e se ne sono accorti anche altri giganti dell’intrattenimento che ora ufficialmente hanno ingaggiato una vera e propria guerra all’over the top casalingo.

tutti a fare lo streaming
Ora sono tutti a fare lo streaming. In arrivo Apple Tv e Disney+. Che fine faremo con tutta questa scelta?

Al momento Netflix continua a farla da padrone seppur con risultati non sempre eccelsi dal punto di vista della qualità dei suoi contenuti.

Netflix infatti ormai produce qualsiasi cosa, investe fior di miliardi ma spesso dando la sensazione di non avere il pieno controllo sulla qualità. Navigare la library a volte è una vera impresa, prima di riuscire a trovare un titolo realmente accattivante può passare del tempo.

Inoltre lo sbarco dell’altro gigante mondiale Disney ha di fatto tolto a Netflix i prodotti Marvel (grande polo d’attrazione e punto di forza per gli abbonati Netflix) ed ha ufficialmente dato il via ad una nuova era di competizione.

Anche Apple sfida Netflix

Dopo l’invasione in campo di competitor del calibro di Amazon e Disney, arriva anche la discesa di Apple, che ha presentato nei giorni scorsi le prossime app che andranno ad arricchire la già consolidata Apple Tv.

Il gigante di Cupertino ha intenzione di investire fior fiori di miliardi in produzioni originali soprattutto seriali ad altissima qualità (e non solo di budget).

Apple come Amazon punta alla qualità, alle grandi star dal punto di vista attoriale, registico e produttivo nell’intento di attirare una platea di appassionati che siano però meno passivi rispetto a Netflix.

Nomi del calibro di Steven Spielberg, JJ Abrams, Sofia Coppola, Jason Momoa, Kumail Nanjiani, Reese Witherspoon, Jennifer Aniston, Steve Carell e Oprah Winfrey.

Con l’introduzione del servizio Apple Tv Channels si avrà la possibilità di abbonarsi anche singolarmente ad un solo canale tipo HBO, Showtime oppure Starz. In questo caso difficile che un servizio di questo tipo sia fruibile anche dall’Italia.

L’applicazione Apple TV sbarcherà su Mac in autunno e, soprattutto, su televisori smart come Sony e LG, nonché su decoder come Fire TV e Roku. Il software verrà inoltre distribuito in 100 nazioni, inclusa anche l’Italia.

Insomma anche Apple sta aprendosi al mondo con un sistema sempre più eterogeneo in cui poter ospitare un consistente numero di applicazioni e contenuti.

Il posto di Sky in questo scenario complicato

Sky è ormai controllata al 100% da Comcast, un gigante dell’intrattenimento che mira ora alla conquista di una gran bella fetta dell’Europa.

Anche in questo caso l’investimento è ingente e la piattaforma dovrà continuare non solo a proporre contenuti originali ma la sfida di Sky Q sarà il punto di svolta per un cambiamento sempre più radicale e al tempo stesso necessario.

Ad oggi, lo zoccolo duro di Sky rimane quello dei costi ancora alti per un abbonamento ma chissà che nel prossimo futuro qualcosa non possa cambiare anche in tal senso.

Sky Q così come oggi si presenta ha moltissime possibilità che si avvicinano a piattaforme come Fire Stick di Amazon, la Apple Tv incarna quindi la possibilità di puntare sui propri brand come Sky Atlantic o Sky Cinema.

Inoltre anche Sky Q offrirà potrà allargare i propri orizzonti inserendo nel proprio ecosistema servizi come Netflix (e chissà quanti altri essendo una piattaforma aperta).

La sfida quindi rimane sulla tecnologia, sui costi e sui contenuti originali ma comporta anche una ulteriore frammentazione di un mercato.

Bisogna inoltre ricordare che Comcast è anche uno dei principali operatori di servizi telefonici in America oltre che un vero colosso mediatico. Ci sarà insomma da divertirsi perché la sfida, anche sul mercato italiano, è tra soggetti veramente preparati.

La Netflix di Disney si chiama Disney+

Il super gigante Disney non ha certo bisogno di presentazioni: da mesi ha annunciato il servizio streaming casalingo che ha già attirato l’attenzione di milioni di utenti in tutto il mondo. La Netflix di Disney si chiamerà Disney+.

Disney in questi ultimissimi anni ha praticamente acquisito tantissimi altri soggetti media come ad esempio FOX. Come detto Netflix è stata privata dei diritti esclusivi dei contenuti Marvel e la piattaforma streaming Disney si preannuncia quindi davvero interessante.

Se infatti pensiamo che alla partenza vanterà già l’intera library Disney, possiamo già parlare di un catalogo sconfinato.

Disney quindi sembra più di altri il vero anti-Netflix, sviluppando una strategia di piena contrapposizione. Ha infatti rinegoziato tutti i contratti, impedendo così al rivale di poter offrire i contenuti Disney, molto attraenti e dotati di un brand unico, che saranno invece in esclusiva sulla sua piattaforma. Il costo seppur ancora sconosciuto si aggirerà intorno a quello di Netflix.

Un beneficio per gli utenti?

I poveri comuni mortali beneficeranno davvero di tanta offerta? C’è davvero di che essere contenti?

La risposta pronta sarebbe NI, perché avere scelta è sempre positivo ma averne troppa forse no, infatti parliamo sempre più di contenuti esclusivi che costano.

Facciamo un ragionamento molto semplice, anche banale se volete: se oggi un utente medio vuol avere a disposizione un’offerta completa in streaming deve abbonarsi a: Netflix, Amazon Prime Video, TimVision, Sky, Infinity e prossimamente Disney+ e Apple Tv+.

A conti fatti i costi lievitano tantissimo, i contenuti originali ed esclusivi faticheranno ad essere disponibili sulla tv in chiaro e quindi gratuitamente.

Tutto ciò è davvero un vantaggio? Cosa ne pensate? Diteci la vostra nello spazio commenti qui in basso.

Leggi anche: le offerte di Sky Tv sul Digitale Terrestre

1 commento

  1. E’ esattamente come dici Tu , perché a conti fatti PAY TV significa non solo QUALITA’ ma anche QUANTITA’ .Ergo , se vuoi avere tanto , paghi tanto , quindi ,dove è questa grande rivoluzione dello streaming ?(E’ solo un’altra piattaforma tecnologica!)? Tanto sembra vero questo ,che gìà adesso un BIG di Hollywood è fermamente convinto che tra pochissimi anni scoppierà questa c.d. bolla streaming ! Come si dice ,l’appetito vien mangiando……….:-) !!
    Sempre complimenti per il tuo ottimo sito!
    Fabio Spaziani Testa

Lascia un tuo commento

Please enter your comment!
Please enter your name here