È tornata su Sky Atlantic la serie evento: Westworld. L’uscita del 30 aprile della seconda stagione di Westworld è stato davvero un momento attesissimo (in verità la prima puntata della seconda stagione è andata in diretta già il 23, alle 3 di notte su Sky Atlantic. Solo per i più temerari). Quale momento migliore per parlare un po’ con voi, lettori di UpGo.news, di questa straordinaria serie televisiva esclusiva Sky?

Westworld su Sky
Westworld. La super serie sci-fi torna su Sky. Sul canale delle grandi storie, Sky Atalntic, la trasmissione in diretta con gli USA.

Westworld è una serie tv del 2016 ideata da Jonathan Nolan e Lisa Joy ispirata alla pellicola “Il mondo dei Robot” di Michael Crichhton. Il cast è variegato e decisamente ben assortito: Eva Rachel Wood, Anthony Hopkins e Jeffry Wright sono alcuni degli attori che prendono parte a questo show.

Di che cosa parla in sostanza questa serie così decantata? Ci troviamo in un parco divertimenti futuristico ed esclusivo in stile western (da cui il titolo Westworld) in cui le attrazioni sono costituite da androidi talmente avanzati e realistici da parere umani. Questi androidi però iniziano a sospettare qualcosa sulla loro vera natura e allora qualcosa sta per accadere… (per il riassunto completo della prima stagione potete guardare questo video di soli 4 minuti, pubblicato sul canale YouTube di HBO – è in inglese, ma si possono attivare i sottotitoli).

Il punto di partenza della serie non è dei più originali. La storia del cinema e delle serie tv è sempre stato affascinato dal rapporto creatore/creature ed io spirituale che si può analizzare quando si parla di androidi. Parliamo di alcuni temi cari alla filosofia e sui quali si è dibattuto per secoli, soprattutto in quanto intrinsechi nella natura umana.

Però quello che conta è come l’idea viene sviluppata: Westworld lo fa con intelligenza creando un intreccio denso e pieno di potenzialità. La struttura narrativa permette infatti di potersi spostare ed evolvere, con una libertà davvero singolare. Tutto questo unito a spunti ed enigmi che tengono con il fiato sospeso porta a pensare a moltissime chiavi di lettura, che stimolano sia la fantasia che il dialogo con gli altri spettatori della serie. Tutto questo è possibile grazie anche ad un cast convincente, che sa creare un mix di veterani e nuovi talenti: con delle interpretazioni così tutto è più immersivo.

Stiamo parlando di una delle serie più apprezzate e più costose di sempre, che punta ad un intrattenimento impegnato e di riflessione. Westworld non è adatta al binge watching, va seguita attentamente e alla fine di ogni episodio ci porterà ad interiorizzare qualcosa oppure a discuterne con amici. Tenete ben presente quello che ho appena scritto, perché se cercate un prodotto di puro svago con cui staccare il cervello questa serie non fa per voi!

Dopo il colpo di scena della prima stagione tutti i fan della serie hanno dovuto ridiscutere tutte le loro toerie: ecco quello che sarà il cardine della seconda stagione, il “non-fidarsi”. Nulla è davvero come sembra e bisogna abituarsi. In questo sequel qualcosa di confermato però c’è: saranno presenti infatti ambientazioni al di fuori del parco, sarà introdotto lo ShogunWorld (parliamo del parco dei samurai) e infine degli approfondimenti (finalmente!) sull’Uomo Nero.

In attesa dell’uscita di tutti gli episodi della seconda stagione di Westworld spero di avervi incuriositi! A presto, sempre qui su UpGo.news.

SHARE

Lascia un commento

avatar