Si può vedere in Italia la tv svizzera? Tutto quello che c’ è da sapere sulla RSI Italiana. Ecco come vedere i canali svizzeri La1 e La2 anche da noi. Oggi vi portiamo in Svizzera per raccontare la lunga storia della tv pubblica dei nostri vicini.

Speciale sulla Tv Svizzera
La Televisione Svizzera. La sua composizione, come funziona, cosa trasmette, la sua storia e le sue specificità.

La storia delle televisione svizzera inizia verso la metà del secolo scorso, quando cominciano ad andare in onda i programmi prima solo in lingua tedesca. Successivamente partirono le trasmissioni anche per le comunità più piccole, in francese e in italiano.

Come in Italia, gli svizzeri sono tenuti a pagare un canone televisivo per finanziare la televisione e la radio pubblica. Solo che qui in Svizzera il canone costa davvero moltissimo! Solo pochi mesi fa si è tenuto in Svizzera un referendum voluto dalle parti politiche più liberali del Paese, per abolire il costosissimo canone della tv di Stato. Gli svizzeri hanno ampiamente scelto di tenersi il canone, vissuto dal popolo elvetico come unico mezzo per proteggere i tanti canali di Stato. Senza canone, viste le ridotte dimensioni del Paese, gli svizzeri sarebbero probabilmente invasi da broadcaster stranieri, tv commerciali e palinsesti di scarsa qualità. E soprattutto poco attenti alle esigenze locali e alle particolarità di questa eterogenea comunità.

La Storia della Tv Svizzera
Storia della televisione svizzera. Uno sguardo al passato per rivedere insieme le principali tappe della tv di stato della Svizzera Italiana: la RSI con i canali La1 e La2

Qui in Svizzera le televisione pubblica è considerata, al pari della bandiera e dell’esercito, un elemento fondamentale della “svizzerità”. Un motivo di orgoglio dell’indipendenza di questo piccolo stato nel cuore delle Alpi.

Mappa delle aziende televisive svizzere
Ogni area linguistica della Svizzera ha la propria azienda televisiva. Tutte sono riunite sotto il cappello della SRG-SSR.

La tv pubblica svizzera è “federale”

L’azienda pubblica televisiva svizzera si chiama SRG-SSR. In realtà, questa azienda non produce direttamente canali televisivi e radiofonici ma coordina le attività delle quattro sotto-unità aziendali che compongono il complesso ecosistema televisivo elvetico. Ogni unità linguistica ha una sua divisione aziendale autonoma e dei propri canali. Due quelli italiani e francesi, tre quelli tedeschi. La piccola comunità romanda, non ha propri canali ma produce programmi che poi vanno in onda principalmente sulle reti svizzere di lingua tedesca.

La televisione svizzera ha quindi un’ offerta di canali differenziati per ciascuna comunità linguistica. Ogni comunità comprende diversi cantoni. Alcuni cantoni grandi, come i Grigioni, hanno più lingue ufficiali. Una situazione davvero complicata e unica nel panorama europeo.
Per quanto riguarda gli svizzeri di lingua italiana, l’azienda di servizio pubblico è la RSI ( Radiotelevisione Svizzera di Lingua Italiana). RSI produce i canali La1 e La2 che hanno il loro pubblico di riferimento nel Canton Ticino (tutto italiano) e nel Cantone Grigioni (parzialmente italofono).

La televisione svizzera di lingua italiana

La sede della RSI si trova nei pressi di Lugano, principale città italofona della svizzera, e comprende tre canali radiofonici e due canali televisivi.

La Radio Svizzera Italiana produce tre canali: Rete Uno, Due e Tre.
Rete uno, di carattere generalista, ha diffusione su tutto il territorio elvetico, mentre Rete Due (di carattere prevalentemente culturale) e ReteTre (di carattere giovanile) hanno copertura solo nel territorio di lingua italiana, ovvero Canton Ticino e Canton Grigioni.

La televisione diffonde con due canali:

  • RSI La1, di carattere generalista
  • RSI La2, principalmente sport, serie tv e programmi per bambini

La trasmissione della Televisione Svizzera Italiana avviene, via digitale terrestre e via satellite. Con la diffusione dello streaming, oggi sia la radio che la televisione svizzera possono essere fruite con connessione internet anche al di fuori del territorio svizzero.

La storia della RSI

Gli inizi della televisione svizzera di lingua italiana sono suggestivi.
Inizialmente, infatti, la società allestì la propria sede e gli studi in un ex deposito di tram nella periferia di Lugano, usando un vecchio autobus di linea allestito per l’occasione come regia mobile. Ogni volta che si verificava la necessità di girare all’esterno, lo studio veniva smontato e rimontato sull’autobus, parcheggiato nel piazzale esterno, per poi essere riallestito all’interno, alla fine delle riprese.

Nel 1968 la RSI si adeguò ai tempi passando alle riprese in diretta a colori, ampliando la regia mobile e iniziando a seguire importanti avvenimenti sportivi e musicali.

Negli anni settanta la RSI inizia a farsi largo in Italia, arrivando a coprire molto bene la Lombardia e in alcuni casi anche altre regioni, costituendo di fatto l’unica alternativa al monopolio RAI. Molti importanti personaggi della televisione Italiana collaborano con la RSI: tra questi gli intramontabili Corrado e Enzo Tortora, nonché la divina Mina.

Nel 2006 la RSI passa al digitale terrestre, eliminando i ripetitori analogici, dopo una lunga e intensa campagna di informazione degli utenti. La svizzera è uno dei primi Paesi al mondo con un sistema televisivo totalmente digitale.
In questo modo, la copertura delle regioni settentrionali italiane viene meno.

Il danno non è da poco, sia per gli affezionati telespettatori, sia perchè LA2 trasmette in chiaro le partite della Champion League, che richiamano un folto pubblico italiano.

Come vedere la televisione svizzera in Italia

In Italia, con l’avvento del digitale terrestre, LA1 e LA2 sono visibili in alcune regioni settentrionali, ma solo in alcune province: Como, Varese, Novara e la zona nord di Milano.

In questo caso gli utenti possono godere delle partite della Champions League in chiaro senza alcuna violazione, perché non si tratta di un’operazione illegale ma è solo una questione geografica per cui riescono a captare il segnale della televisione dell’adiacente Svizzera, che detiene i diritti per trasmettere le partite.

In streaming, sul sito della RSI sia La1 che La2 è disponibile il link per seguire le trasmissioni gratuitamente. Qui però la questione è più spinosa, perché si entra in conflitto con le televisioni italiane a pagamento che detengono i diritti in esclusiva delle partite, come ad esempio Mediaset Premium. Per questo motivo le partite di Champions vengono oscurate per connessioni generate al di fuori del territorio elvetico.

In rete sono di conseguenza disponibili molti programmi e trucchi per mascherare illecitamente l’ IP della propria connessione internet e riuscire così ad accedere, anche in streaming, alle partite trasmesse da RSI – La2. Grazie alla qualità delle trasmissioni, ai tanti diritti posseduti e alla telecronaca in italiano, il canale della tv svizzera La2 è uno dei più “piratati” del web.

Il sito TvSvizzera.it

Il logo del sito web tvsvizzera.it
Logo del sito www.tvsvizzera.it, la principale vetrina online sui canali La1 e La2 della televisione svizzera italiana.

Come detto la televisione svizzera cerca di varcare i propri angusti confini nazionali soprattutto grazie alla rete internet. La RSI ha strutturato, appositamente per questo scopo, il sito web tvsvizzera.it che diffonde in streaming e on-demand alcuni programmi dei canali tv La1 e La2. Ovviamente, come detto sopra, per questione di diritti, alcuni contenuti non possono essere resi disponibili in streaming. Serie tv americane (programmate spesso e in prima tv sulla rete giovane La2) ed eventi calcistici sono spesso oscurati per gli spettatori che guardano i canali fuori il territorio della Confederazione.

Sky in Svizzera

In Svizzera è disponibile ovviamente anche la pay tv. Viste le ridotte dimensioni di questo Paese, i canali e i contenuti prodotti in loco sono relativamente pochi. La tv a pagamento storica della svizzera è TeleClub. La piattaforma è oggi parte del gruppo di telecomunicazioni Swisscom (lo stesso che in Italia controlla Fastweb). Teleclub produce tre reti tv di cinema: Teleclub Prime, Teleclub Stars e Teleclub Cinema. Si tratta di tre reti televisive di straordinaria qualità.

Oltre alla reti cinema di Teleclub e a quello sportive di Teleclub Sport, i bouquet a pagamento sono completati da canali televisivi “importati” dai paesi confinanti. In Svizzera è quindi possibile ricevere numerose reti tv prodotte e/o distribuite da Sky Deutchland.

SHARE

Lascia un tuo commento